GENERE: AVANT-GARDE METAL

AVANT-GARDE METAL STORIA DEL GENERE

L’avant-garde metal è un sottogenere della musica metal caratterizzato da una grande sperimentazione tecnica, da sonorità e da strutture che escono fuori dagli schemi del metal tradizionale, fondendo elementi tipici del black metal con contaminazioni di ogni tipo, che possono spaziare dal free jazz al death metal; dalla musica classica a quella musica elettronica o ambient. Alcune dei gruppi di avanguardia più noti sono Arcturus, Solefald , Ulver, Ved Buens Ende e Celtic Frost. La prima cosa che va fatta notare quando si parla di metal di avanguardia è la sua eterogeneità: a differenza degli altri generi musicali, in cui possono essere riconosciuti dei tratti distintivi e caratterizzanti, l’Avantgarde si presenta come un insieme eterogeneo di ideologie, di suoni e, naturalmente, di modi di concepire la musica; per questo motivo fornirne una descrizione generale è particolarmente difficile. La maggior parte delle caratteristiche di questo tipo di musica di avanguardia sono rintracciabili nella sua stretta parentela con il black metal da cui è nato e nei molti punti che ha in comune con un suo sottogenere, il symphonic black metal, tra cui:

1) Atmosfere oscure e claustrofobiche;

2) Suoni taglienti, ottenuti dall’uso di distorsioni sui suoni alti;

3) Voce spesso in scream;

4) Elevato numero di battiti al minuto (bpm) nelle partiture;

5) Uso della tecnica del blast beat nella batteria.

I tratti che invece distinguono nettamente il metal di avanguardia sono:

1) Uso di strumenti di ogni tipo come strumenti a fiato, ad arco, pianoforti e tastiere;

2) Frequente uso di pianoforti e di tastiere, favorendo gli effetti di pianoforte o pianoforte elettronico agli strings;

3) Numerosissime contaminazioni proveniente da generi musicali di ogni tipo, soprattutto musica classica, free jazz, avant jazz e technical Metal in generale;

4) Forma della canzone completamente destrutturata;

5) Scarso uso all’interno dei brani di un momento specifico dedicato agli assoli;

6) Testi spesso ermetici e simbolici.

La differenza con il Progressive Metal

La caratteristica sostanziale che può aiutare a comprendere meglio le differenze tra il progressive metal e l’avantgarde è la sua origine: se il primo nasce dal rock progressivo, il secondo nasce da una costola del black metal e, più precisamente dal symphonic black metal, e dall’unione -appunto- di elementi della musica di avanguardia. Per questo motivo le sonorità dell’avantgarde appaiono visibilmente legate a quelle della musica black metal, fatta da suoni taglienti, distorisioni sui toni alti, atmosfere cupe con uso abbastanza frequente di voce in scream o comunque “sporca”; tutti tratti questi assenti nel prog, salvo qualche sporadico caso in cui vi sono fusioni con altri generi di metal estremo. Di cruciale importanza è anche l’uso della batteria, che conserva nel genere avanguardistico molte caratteristiche che la legano al genere di origine, come l’uso del blast beat, tecnica assente nel progressive metal “canonico”. Se in entrambi i generi appare diffuso l’uso di strumenti estranei al metal, all’interno della musica avantgarde questo tratto appare molto più evidente con un profuso utilizzo di strumenti affini alla musica classica come strumenti a fiato, strumenti ad arco, pianoforte o tastiere; queste ultime mostrano ancora una volta un’importante differenza nella scelta degli effetti: se infatti nel prog si prediligono gli strings, nell’avantgarde si è soliti scegliere dei suoni affini a pianoforti o pianoforti elettrici. Evidente è anche il diverso modo di strutturate le canzoni: seppur entrambi i generi siano noti per la loro rottura con gli schemi tradizionali della musica metal, spesso eseguiti su valori elevati di metronomo; le composizioni di questo sottogenere appaiono ancora più destrutturate, con una presenza meno massiccia di assoli strumentali all’interno di una canzone. Si fatica spesso a darne una definizione accettabile perché questo genere si nutre di sperimentazioni e, senza di queste, non avrebbe ragione di esistere. La quasi totale assenza di regole più o meno definite fa sì che spesso si tenda erroneamente a usare questa definizione per catalogare tutto quello che è “diverso dal solito”; un buon modo per ovviare questo errore è quello di tener sempre presenti le caratteristiche del genere musicale da cui questa avanguardia è nata. È difficile capire se un gruppo propone musica Avantgarde, ma è molto facile capire con certezza quando non lo fa. Non sempre esiste una divisione così netta tra Avantgarde e progressive metal nella musica: esistono infatti dei gruppi che mantengono le caratteristiche di entrambi i generi. Un esempio di questo tipo può essere fatto con gli australiani Alchemist.

Avant-garde Metal o Avant-garde Rock?

Spesso quando si parla di musica Avantgarde in generale, si tende a fare confusione tra avant-garde metal e avant-garde rock. La caratteristica che può aiutare ancora una volta a riconoscere questi due generi musicali che, in alcuni frangenti, conservano caratteristiche molto simili, è ancora una volta la loro provenienza. Il rock di avanguardia resta fortemente legato alle sonorità tipiche della musica rock e fa sì che vengano utilizzate distorsioni meno violente, in modo da rendere le partiture meno aggressive, anche arricchendole con frequenti riferimenti alla musica funk, fusion, ska e progressive rock. Sebbene entrambi i generi facciano uso esteso di sperimentazioni di ogni tipo e di ritmiche sincopate, spesso queste caratteristiche vengono esasperate nell’avantgarde rock, dove sono maggiormente presenti contaminazioni e frammentazioni della forma-canzone. Alcuni gruppi che vengono spesso etichettati come avant-garde rock sono The Mars Volta, Sleepytime Gorilla Museum.

La differenza con l’Alternative Metal

L’avant-garde metal non va confuso con l’alternative metal per una serie di caratteristiche: innanzitutto il metal alternativo è accomunabile più a un movimento che a un genere a sé, a cui appartengono diverse sotto correnti, tra cui la più nota è quella del nu metal. Se l’avant-garde metal è nato agli inizi degli anni ’80 dal black metal e dal symphonic black metal, l’alternative metal è nato nella decade successiva, negli anni ’90, mischiando tra loro generi molto diversi, tra cui heavy metal, alternative rock e indie rock. La corrente di metal alternativo si contrappone al genere del metal di avanguardia soprattutto per la struttura e l’approccio compositivo: la prima si contraddistingue per una struttura della canzone molto più definita, in cui spesso si possono nettamente riconoscere strofa e ritornello, suonate utilizzando distorsioni meno taglienti, incentrate più sui toni bassi. Evidente è anche il livello di fama riscontrato dal pubblico: la maggiore orecchiabilità e la facile assimilabilità dei generi legati all’alternative metal hanno contribuito enormemente alla sua diffusione, cosa che non è avvenuta con l’Avantgarde metal. Inoltre, il termine alternative metal è utilizzato come termine generico per definire i gruppi metal legati ad una radice proveniente dal rock alternativo, e quindi a sonorità spiccatamente simili a quelle derivanti dal post-punk, dal punk rock, e dalla new wave.

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...