JACUZIA: Nella Siberia Orientale

Pubblicato: 7 dicembre 2010 in Località Estreme

Jacuzia: nella Siberia Orientale

La Sacha-Jacuzia è una repubblica autonoma della Russia, situata nella Siberia orientale. Il suo territorio vastissimo (più di tre milioni di chilometri quadrati) ne fa la maggiore unità amministrativa del mondo. Esso comprende la parte orientale dell’altopiano della Siberia centrale, i monti di Verchojansk e Cerskij e una sezione degli Stanovoj; dal punto di vista idrografico, i maggiori bacini idrografici che interessano il territorio sono quelli dei fiumi Olenëk, Jana, Indigirka, Lena e Kolyma. Il clima è continentale, caratterizzato da inverni rigidissimi; le grandi foreste di conifere che coprono buona parte del territorio favoriscono la caccia e l’allevamento degli animali da pelliccia. Il sottosuolo è sfruttato in maniera massiccia grazie ai giacimenti di carbone, lignite, ferro, oro, petrolio e gas naturale. La repubblica è abitata in prevalenza da russi e ucraini (giunti da ovest durante la colonizzazione russa) e jakuti (il popolo indigeno, che si denomina sacha), oltre a minoranze appartenenti a gruppi etnici come eveni, evenki, cukci e jukaghiri.

Il territorio della repubblica jacuta si estende nella parte orientale della Siberia per più di tre milioni di chilometri quadrati, che ne fanno la maggiore unità amministrativa russa per dimensione territoriale. Il territorio è delimitato a nord da una lunghissima fascia costiera sul mare di Laptev ad occidente e sul mare della Siberia orientale ad est; i confini terrestri sono invece condivisi con il Territorio di Krasnojarsk ad ovest, le oblast’ di Irkutsk, di Čita e dell’Amur a sud, il Territorio di Chabarovsk ad est, la oblast’ di Magadan e il Circondario Autonomo della Čukotka a nordest. Il territorio si estende in longitudine dal meridiano 106°E ad ovest (lungo il confine con il Territorio di Krasnojarsk, nell’altopiano della Siberia centrale) fino al meridiano 163°E nell’estremità nordorientale presso Ambarcik; per quanto riguarda la latitudine, la Sacha-Jacuzia si estende dal parallelo 56°N a sud, lungo il crinale dei monti Stanovoj, fino al 74°N (punta settentrionale del delta della Lena) o, considerando anche il territorio insulare, fino al 76°N, toccato dalle isole della nuova Siberia.

Le pianure occupano soprattutto la zona centrale e settentrionale della repubblica; fra le principali zone pianeggianti si possono identificare il bassopiano della Jacuzia centrale, situata ad occidente del medio e basso corso della Lena, e il vasto insieme formato dal bassopiano della Kolyma, dal bassopiano della Jana e dell’Indigirka e dal bassopiano di Abyj, esteso per centinaia di migliaia di chilometri quadrati nella zona nordorientale della Jacuzia, lungo una buona metà della sua fascia costiera artica. Più isolata, lungo la fascia costiera nordoccidentale è invece la sezione jacuta del bassopiano della Siberia settentrionale, esteso per la maggior parte nel Territorio di Krasnojarsk. Le zone rilevate sono parimenti molto estese. Tutta l’estensione latitudinale lungo il confine occidentale è occupato dalle propaggini orientali del vastissimo altopiano della Siberia centrale, con alcune delle sue varie sezioni e articolazioni (altopiano del Viljuj e altopiano dell’Anabar). Si tratta di rilievi piuttosto antichi, molto segnati dall’erosione e dalle quote complessivamente modeste che restano in molti casi sotto i 1.000 metri. Nel sud e nell’est della Jacuzia si trovano invece molte catene montuose più giovani, facenti parte dei grandi sistemi di alte-terre della Siberia meridionale e della Siberia nordorientale, che raggiungono quote comprese fra i 2.000 e i 3.000 metri (in qualche caso superandoli).

Nell’est della Jacuzia i principali sistemi montuosi, che si articolano in numerose catene montuose di minore dimensione, sono quelle dei monti Čerskij (che nel monte Pobeda i 3.147 metri raggiungono il punto più alto del territorio) e dei monti di Verchojansk; rilevanti sono anche le importanti catene montuose dei monti Suntar-Chajata (culminanti a 2.959 metri) e dei Sette Daban e l’altopiano degli Jukagiri. Nella parte meridionale si estende il vasto sistema montuoso dell’altopiano dell’Aldan, che culmina a oltre 2.300 metri di quota; appartiene alla Jacuzia anche il versante nord della catena montuosa dei monti Stanovoj, una delle più rilevanti dell’intera Siberia. La quasi totalità del territorio della Repubblica è situato nella zona del permafrost, che causa, nelle zone pianeggianti, la formazioni di sterminate paludi durante la breve stagione estiva, quando il drenaggio è impedito per via della presenza dello strato gelato poco sotto la superficie. Nel territorio della Jacuzia sono presenti 443.000 corsi d’acqua, che si sviluppano per un totale di 1,5 milioni di chilometri lineari. Il territorio si estende per la maggior parte sul bacino di quattro grandi fiumi:

1) Lena: il maggior fiume della Repubblica, pur avendo le sue sorgenti nella zona del lago Bajkal, scorre nella Sacha-Jacuzia per la maggior parte del suo corso e vi riceve quasi tutti i suoi affluenti di maggior rilievo.

2) Olenëk: scorre per quasi 2.300 km nella parte nordoccidentale della Jacuzia, in una regione però quasi completamente spopolata;

3) Indigirka: copre un bacino di più di 700.000 chilometri quadrati nella sezione montagnosa nordorientale, nel quale è compreso il cosiddetto polo del freddo dell’emisfero nord;

4) Kolyma: situato per la maggior parte nella Jacuzia, si tratta di un altro fiume molto lungo ma dall’importanza economica scarsissima a causa del clima; il bacino si estende nell’estremo nordest della Repubblica per circa 650.000 chilometri quadrati.

Altri fiumi di minore importanza, ma pur sempre di dimensioni rilevanti sono la Jana (872 km), che drena un bacino di 238.000 chilometri quadrati nella sezione settentrionale del territorio, esteso parzialmente sul bassopiano della Jana e dell’Indigirka, e l’Alazeja, che corre per 1.500 chilometri nella tundra artica nel nordest della Repubblica. I vasti bassopiani del nord sono inoltre estesi su piccoli bacini di fiumi minori, tributari diretti dei mari di Laptev e della Siberia orientale. Non molto rilevanti nel panorama geografico della Jacuzia sono i laghi naturali, quasi sempre di ridotte dimensioni (in rapporto all’immensità del territorio) e profondità. Il maggiore specchio d’acqua della Jacuzia è tuttavia il vasto bacino artificiale del Viljuj.  Dal punto di vista geologico, il territorio della Jacuzia è abbastanza variegato. La sezione occidentale e parte di quella settentrionale fanno parte della piattaforma siberiana, un antico blocco continentale ricoperto da estese sedimentazioni; si tratta perciò di una zona molto stabile, per la maggior parte pianeggiante o caratterizzato da deboli rilievi, che ospita frequentemente estesi giacimenti di diamanti.

Tutta la vasta area orientale e nordorientale, ad est del corso della Lena, è invece molto movimentata dal punto di vista geologico, dal momento che si trova lungo il confine fra la placca euroasiatica e quella nordamericana; tale confine è marcato da importanti catene montuose originatesi durante l’orogenesi alpina (la più recente delle grandi fasi orogenetiche).  Analogamente movimentata è la sezione meridionale del territorio, situata ai confini geologici con la placca dell’Amur (una placca tettonica minore generalmente associata alla placca euroasiatica) ed interessata dalla presenza di importanti catene montuose anch’esse di età alpina. La Jacuzia è posta geograficamente ad una latitudine elevata e all’estremità orientale del vastissimo continente eurasiatico. Questa posizione risulta nella predominanza di un clima continentale estremo su tutto il territorio, soprattutto nelle zone interne come il vastissimo bassopiano centrale e le valli dei maggiori fiumi. Nel territorio della Repubblica è situato il polo del freddo dell’emisfero nord, compreso nei bacini della Jana e della Indigirka: il primato è conteso fra le cittadine di Ojmjakon e Verchojansk, entrambe scese, in almeno un’occasione nella storia dei rilevamenti meteorologici, sotto i 67 °C sotto zero.

Nella stagione invernale si ha il formarsi di una fortissima struttura di alta pressione ( che costituisce la branca orientale dell’anticiclone russo-siberiano) che porta a forti inversioni termiche che provocano il continuo raffreddamento dell’aria (l’insolazione è infatti scarsissima, stante la latitudine) e il suo accumulo nei bassi strati atmosferici. I valori minori di temperatura si osservano dove minori sono i disturbi atmosferici; questo spiega la situazione paradossale che le coste artiche siano, in inverno, di parecchi gradi meno fredde delle zone centrali. Gradienti termici si instaurano anche fra le pianure e le sommità dei rilievi circostanti, che sono in inverno meno freddi delle zone basse. La stabilità atmosferica spiega anche il fatto che l’inverno sia quasi ovunque la stagione con meno precipitazioni atmosferiche, che sono totalmente in forma nevosa. Il gradiente termico latitudinale si ristabilisce invece in estate, quando la struttura altopressoria si disgrega e dominano le basse pressioni relative che causano la maggiore piovosità estiva che si registra su tutto il territorio. Secondo la classificazione climatica di Köppen, i climi della Sacha-Jacuzia appartengono per la grande maggioranza al dominio dei climi boreali (climi boreali transiberiani e climi boreali delle foreste); nelle zone costiere si entra invece nel dominio dei climi nivali della tundra. I lineamenti climatici del territorio jacuto fanno sì che che esso rientri per la quasi totalità nei biomi della tundra e della taiga, tranne alcune remote zone nelle isole artiche che sono invece di tipico ambiente polare glacializzato.

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...