L’ISOLA DI BAFFIN: Iqaluit “Là dove ci sono i pesci”

Pubblicato: 15 novembre 2010 in Località Estreme

L’Isola di Baffin 69° N – Iqaluit “Là dove ci sono i pesci”

L’Isola di Baffin, detta anche Terra di Baffin, appartenente al Territorio canadese del Nunavut, è la maggior isola (476.065 km², 11.000 ab.) dell’Arcipelago artico canadese, e la quinta maggiore isola per estensione nel mondo. L’isola di Baffin è abitata probabilmente da molti millenni dalle popolazioni Inuit. Le tracce degli insediamenti più antichi risalgono intorno al 2.400 a.C. e furono trovati a Cape Dorset, al sud-ovest dell’isola. Dal punto di vista della cultura europea, l’isola di Baffin fu scoperta nel 1576 dal navigatore inglese Martin Frobisher, nonostante venisse già citata fin dall’anno 986 nella saga vichinga di Leifr Eiríksson sotto l’appellativo di Helluland. Nel 1615-1616, il navigatore William Baffin esplorò la costa sud dell’isola in occasione della spedizione per trovare il supposto Passaggio a nord-ovest. Nel XIX secolo l’esploratore artico William Edward Parry chiamerà l’isola Terra di Baffin in omaggio appunto all’esploratore inglese.

A nord-est è separata dalla Groenlandia dalla baia di Baffin e dallo stretto di Davis. A sud-est lo stretto di Hudson la separa dalla penisola di Ungava del Labrador. A ovest il canale di Foxe la separa dall’isola di Southampton. A ovest si affaccia sul bacino di Foxe che con lo stretto di Fury e Hecla la separano dalla penisola di Melville. A ovest si affaccia sul golfo di Boothia e sul Prince Regent Inlet. A nord si affaccia sul Lancaster Sound che la separa dell’isola di Devon. L’isola è montuosa (altezza massima 2.600 m) ed è in gran parte ricoperta di ghiacci. Nella parte meridionale dell’isola scorre il fiume Soper. L’isola è attraversata dalla Cordigliera Artica, la principale catena montuosa delle terre settentrionali del Canada. Sull’isola ha sede la cittadina di Iqaluit, capitale amministrativa del Territorio del Nunavut.

L’isola di Baffin si trova nel percorso di un flusso d’aria generalmente da nord tutto l’anno rotondo, così come molto parte del Canada orientale, ha un clima insolitamente freddo. Ciò porta gli inverni molto lunghi e freddi e le estati nebbiose e nuvolose, che hanno contribuito ad aggiungere alla distanza dell’isola. Il disgelo della molla arriva molto più successivamente del normale per una posizione che cavalca il Circolo polare artico; intorno l’inizio a giugno a Iqaluit nel presto/metà-luglio di sud-est sul northcoast in cui i ghiacciai funzionano a destra giù al livello del mare. La neve, persino neve pesante si presenta in qualunque momento dell’anno, anche se è il più minimo probabile in luglio e l’inizio in agosto. Le temperature annuali medie a Iqaluit sono intorno a -8.5°C, rispetto a Reykjavik, intorno a 5°C, nord un po’ ulteriore dall’altro lato della Groenlandia. Il ghiaccio del mare circonda l’isola per la maggior parte dell’anno e fino a poco tempo fa, solo sparito completamente dai periodi imprevedibili del nord del litorale in breve in agosto, all’occorrenza. Attualmente, il mare è soltanto sgombro dal ghiaccio fuori di Iqaluit da metà della fine di giugno fino alla conclusione di settembre. La maggior parte dell’isola di Baffin si trova sopra Circolo polare artico e tutte le Comunità a nord di Pangnirtung vedono presenti i fenomeni della Notte polare e del sole di mezzanotte.

Iqaluit (“Là dove ci sono i pesci“) è la capitale del Territorio del Nunavut, separatosi dai Territori del Nord-Ovest del Canada il 1º aprile 1999. Con una popolazione di circa 6.000 abitanti è il principale centro abitato del Territorio, ed è situato sull’isola di Baffin. Ubicata nei pressi della foce del fiume Sylvia Grinnel, si affaccia sulla baia di Martin Frobisher. Proprio l’esploratore Martin Frobisher nel 1576, credendo di avere trovato un braccio di mare che lo avrebbe condotto fino alla Cina (il famoso Passaggio a Nord-Ovest) si addentrò nella baia. Nel 1861 Charles Francis Hall accertò definitivamente che il Passaggio a Nord-Ovest era in realtà una baia, dando credito a quanto aveva appreso da un cacciatore inuit.

In quegli anni molte navi baleniere giunsero nella baia di Frobisher. A cavallo dei secoli XIX° e XX° si andò sviluppando anche il commercio delle pellicce. Nel 1880 il governo britannico trasferì a quello canadese la sovranità degli arcipelaghi artici. Nel 1914 il governo canadese aprì un ufficio postale a circa 40 km dall’attuale ubicazione di Iqaluit. Nel 1942 il governo statunitense scelse il territorio in prossimità della foce del fiume Sylvia Grinnel per impiantare una base aerea. Questa scelta dette un definitivo impulso alla crescita demografica della zona, tanto che nel 1959 il governo federale canadese decise di dislocare nell’area insegnanti, medici e tecnici. Gli inuit iniziarono a stabilirsi permanentemente nei centri di Frobisher Bay e Apex.  Nel 1987 Frobisher Bay cambiò nome nell’attuale Iqaluit. Nel dicembre 1995 Iqaluit è diventata la capitale del Nunavut Land, ed il 19 aprile 2001 ha ottenuto la qualifica di “città”.

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...